I top 7 linguaggi di programmazione del 2022

I top 7 linguaggi di programmazione del 2022
Avatar author
epicodeadmin

del 31/08/2022

Scopriamo chi entra e chi esce dalla classifica 2022 dei migliori 7 linguaggi di programmazione e a cosa servono questi linguaggi informatici

Per dirla in modo semplice, i linguaggi di programmazione consentono a pc e device tech in genere di trasformare codici e istruzioni creati dai web developer in veri e propri siti, app e in tutte quelle funzioni che utilizziamo ogni giorno online attraverso pc e smartphone.  

Il linguaggio di programmazione evolve molto velocemente perché cambiano i tempi e gli obiettivi da raggiungere. Ogni linguaggio di programmazione è poi diverso da tutti gli altri: sintassi, metodo di scrittura, esecuzione e compilazione cambiano ogni volta. Chi lavora come web developer ha i suoi linguaggi informatici preferiti che servono a uno scopo preciso e non ne esiste uno migliore in assoluto che metta d’accordo ogni professionista.

Tutti i linguaggi di programmazione hanno anche pro e contro, a seconda del contesto e di chi li usa: principianti, sviluppatori web, sviluppatori di software o mobile. Non è semplice decidere qual è il miglior linguaggio di programmazione ma possiamo fare una classifica di quelli più scelti dell’anno e capire a cosa servono.

I linguaggi di programmazione più usati nel 2022!

In vetta alla classifica c’è sicuramente Python che anche quest’anno si conferma il migliore linguaggio di programmazione in termini di diffusione, perché sempre più scelto anche in contesti molto diversi. Altri, ad esempio come il più conosciuto Java,rimangono invece fissi in classifica, difendendosi alla grande.

 Se vuoi misurarti con la programmazione di un sito web, studia bene questa lista e chiedici maggiori info sui nostri corsi. Il tuo futuro lavoro da web developer sta per cominciare!

linguaggi-di-programmazione-2

Linguaggi di programmazione: la lista dei 7 più usati nel 2022

  1. Python
    Python è il primo linguaggio di programmazione nella classifica 2022, posizione guadagnata grazie alla sua estrema versatilità. Ha infatti un codice di programmazione molto leggibile e intuitivo, perfetto per i principianti. Può essere usato anche per creare app o videogiochi ma è molto indicato per l’integrazione con l’AI, Data Analysis e per le piattaforme social. Non a caso Instagram, Spotify, Netflix e molti altri siti web di fama mondiale sono scritti principalmente in Python.

  2. Java
    Tra i linguaggi di programmazione più in voga del 2022 non possiamo che lasciare in seconda posizione Java, consigliato per software aziendali, app mobile Android e molto altro. Tra tutti i linguaggi di programmazione va detto che è considerato tra i più affidabili, veloci e sicuri. In costante aggiornamento, è adatto allo sviluppo di applicazioni client-server ed è molto comodo perché è precompilato, quindi l’applicazione scritta in Java potrà essere eseguita direttamente su qualsiasi altra piattaforma supportata da Java.

  3. JavaScript
    Sicuramente già conosci il linguaggio web JavaScript perché è molto diffuso, in quanto super versatile e adattabile per diverse applicazioni, come giochi per browser, siti web e app. Ha tantissimi componenti aggiuntivi e infatti oggi è utilizzato da circa il 98% dei siti online.

  4. C/C++/C#
    C è tra i principali linguaggi di programmazione e, con la sua estensione C++, è alla base dello sviluppo di Python e PHP. Il C è consigliato per la creazione di applicazioni e sistemi hardware e nonostante esista da parecchio tempo, studiarlo ti aiuterà a imparare molti altri linguaggi che sono stati ispirati proprio a questo.

    Esiste anche la variante più veloce sviluppata da Microsoft che si chiama C#, completamente integrata con il framework software .NET e infatti supporta lo sviluppo di applicazioni per Windows, dispositivi mobili e plug-in per browser.

  5. PHP
    PHP
    è stato rilasciato per la prima volta nel lontano 1995 e rappresenta le iconiche basi della programmazione per creare siti web. Vista l’età, sono tanti gli utenti che negli anni hanno creato framework, strumenti di automazione e librerie accessibili, facendolo diventare uno dei linguaggi di programmazione più adatti anche ai principianti che vogliono iniziare a usarlo per creare siti.  

  6. R
    Se non sai quale linguaggio di programmazione usare nel settore dell’analisi numerica e statistica, R fa sicuramente al caso tuo. Questo linguaggio web sta infatti avendo molto successo nel Machine Learning e nel Data Science. Indicato anche per statistici e ingegneri che vogliono analizzare enormi set di dati, è open source (quindi gratuito) ed è considerato tra i linguaggi di programmazione del futuro.

  7. Swift
    Apple
    ha sviluppato Swift per creare applicazioni compatibili con iOS (dalla versione 7 in poi), OSX, watchOS, tvOS, iPadOS e anche Linux. Anche questo nuovo linguaggio di programmazione è open source ed è abbastanza veloce da imparare grazie alla sua sintassi molto leggibile e alla versatilità lato client e lato server.

Altri linguaggi di programmazione

Per programmare un sito web esistono poi tanti altri linguaggi di cui vi parleremo più avanti. Ti consigliamo di tenere sott’occhio nomi come TypeScript, Ruby, R, Kotlin, Go o Golang e Rust.

A seconda del tipo di software o dell’app che vuoi sviluppare, dovrai capire cosa fa al caso tuo e scegliere quale linguaggio di programmazione imparare. Vuoi essere guidato in quest’impresa? Per diventare web developer scopri tutti i corsi in partenza con Epicode!

Altri articoli

EPICODE e Opening Future in campo con il “Data Reskill Program”, per le PMI italiane

EPICODE e Opening Future in campo con il “Data Reskill Program”, per le PMI italiane

EPICODE, società edu-tech, insieme a Opening Future, progetto congiunto di Google Cloud, Intesa Sanpaolo e Noovle, la cloud company di TIM Enterprise, al fianco delle piccole e medie imprese con un programma di formazione gratuito per accrescere le competenze digitali. EPICODE, società edu-tech tra le più in crescita in Europa, e Opening Future progetto congiunto […]

Leggi di più
Come migliorare la postazione di lavoro per rendere il ritorno dalle vacanze più sopportabile

Come migliorare la postazione di lavoro per rendere il ritorno dalle vacanze più sopportabile

La postazione di lavoro è molto importante per stimolare concentrazione e buon umore. Vediamo insieme come renderlo più accogliente per sopportare meglio il traumatico ritorno in ufficio. Tornare a lavoro dopo le ferie può essere difficile. Perché non provi a migliorare la tua postazione di lavoro, cercando di renderla più bella e stimolante? La produttività […]

Leggi di più
Tecnica mindfulness: 5 consigli per riprendere alla grande dopo le vacanze

Tecnica mindfulness: 5 consigli per riprendere alla grande dopo le vacanze

Alla fine dell’estate non è semplice riprendere il ritmo frenetico delle giornate lavorative piene di appuntamenti e obiettivi da raggiungere. Pratiche come la mindfulness ci aiutano a ritrovare la concentrazione e pensare positivo. Finite le vacanze tutti viviamo un piccolo trauma: il tragico ritorno alla normalità. La sindrome dello “stress da rientro” si manifesta con […]

Leggi di più