Epicode perché diventare web developer

Data Scientist: il futuro è di chi governa i dati

Data Scientist: il futuro è di chi governa i dati

Guida completa alla tua professione del futuro

Amazon
Amazon
Check24
Google
Google
career karma
career karma
course report
course report
Finanzen
Finanzen
allgemeine
allgemeine
Educationinvestor
Educationinvestor

Il lavoro più sexy del 21° secolo

A ottobre 2021, l’Harvard Business Review, un progetto editoriale della prestigiosa università statunitense, ha pubblicato un articolo con il titolo “Data Scientist: The Sexiest Job of the 21st Century” (Data Scientist, il lavoro più sexy del XXI secolo). Il Data Scientist è una figura sempre più richiesta dalle aziende e viene considerata la migliore posizione lavorativa per opportunità di impiego, salario e soddisfazione personale, secondo il report “50 Best Jobs in America”. La figura del Data Scientist è relativamente nuova: si è sviluppata infatti negli ultimi anni con l’esplosione di internet, dei social network e delle applicazioni. Il primo a darne un nome è stato DJ Patil, nel 2008. Patil è un exdirigente di Linkedin conosciuto anche come il primo Data Scientist del governo degli Stati Uniti durante la legislatura di Barack Obama.

Cosa fa il Data Scientist

Dati dati dati

Ognuno di noi lavora quotidianamente con centinaia di dati. Dai social media ai video che guardiamo su YouTube, da Google Maps ai dati bancari e telefonici. Se pensiamo alle aziende, la mole di questi contenuti è ancora più grande. Per questo hanno bisogno di una figura che li amministri: chi se ne occupa è il Data Scientist.

Dati dati dati

Dati dati dati

Ognuno di noi lavora quotidianamente con centinaia di dati. Dai social media ai video che guardiamo su YouTube, da Google Maps ai dati bancari e telefonici. Se pensiamo alle aziende, la mole di questi contenuti è ancora più grande. Per questo hanno bisogno di una figura che li amministri: chi se ne occupa è il Data Scientist.

Si ma quindi?

Si ma quindi?

Se cercassimo una definizione di questa figura, sarebbe questa: si tratta dell’esperto di dati che li organizza e analizza per raggiungere gli obiettivi preposti dalle imprese, li elabora e semplifica per renderli accessibili e interpretabili, estrapola dei trend, suggerisce azioni data driven. Il suo ruolo è importante all’interno delle aziende, che si affidano sempre più ai Big Data per scoprire nuove opportunità di mercato che possano favorirle.

Quanto guadagna un Data Scientist?

Quanto guadagna un Data Scientist?

Lo stipendio di un Data Scientist a livello internazionale varia in base all’esperienza e al settore in cui questa figura lavora.. Gli Stati Uniti sono il paese in cui l’esperto dei dati viene pagato di più: tra gli 85.000 e i 170.000 dollari all’anno. In Italia invece un figura junior può guadagnare circa 37.000 euro contro gli 88.000 della Svizzera. Altri paesi come Germania e Regno Unito, invece, il salario è di circa 50.000 euro all’anno.

  • 37.000 €

    Figura Junior

  • 50.000 €

    Figura con >3 anni di esperienza

  • 65.000 €

    Figura Senior

Video testimonials

bg proietti 01

Stefano, 34 anni

testimonials 02

Beatrice, 26 anni

testimonials 04

Samuele, 23 anni

testimonials 03

Elica, 27 anni

testimonials 05

Matteo, 34 anni

Vuoi diventare Data Scientist?

Richiedi informazioni

Qual è la laurea più adatta per diventare Data Scientist?

La formazione è importante per diventare un Data Scientist. In realtà non esiste alcuna limitazione ad intraprendere un profilo professionale di questo genere senza aver conseguito un titolo di laurea Magistrale o un PhD; infatti si tratta di un lavoro che richiede formazione continua attraverso corsi di specializzazione e di aggiornamento. Ad ogni modo, i corsi di laurea universitari più ambiti tra i Data Scientist sono Ingegneria, Informatica, Economia, Matematica, Statistica, Business Administration e Data Science. Questa figura ha competenze trasversali: utilizza strumenti di machine learning, software per l’analisi dei dati, algoritmi e metodi statistici per estrarre informazioni utili che potrebbero servire per lo sviluppo e la crescita di un’azienda. Inoltre, chi vuole essere Data Scientist deve avere le basi di economia, marketing e organizzazione aziendale, e conoscere i linguaggi della programmazione, oltre che gli aspetti legali ed etici per la gestione di dati, informazioni sensibili e le norme sulla privacy.

Laurea?

Non è necessaria

Salario?

Tra i migliori in Italia

Lavoro?

Sarà iui a inseguirti

Le offerte di lavoro per i Data Scientist: dove trovarle

Le competenze trasversali dei Data Scientist e la loro importanza per la gestione dei dati fanno sì che le offerte di lavoro per queste figure si trovino in diversi settori: tra questi, nel marketing, nel retail, nella finanza, nell’e-commerce, nella logistica, nei trasporti, nelle società di informatica e telecomunicazioni, nelle banche e assicurazioni, nella gestione dei social media, ma anche nella ricerca scientifica, nella sanità e nella Pubblica Amministrazione.

Voglio diventare Data Scientist

Wikicode

Cosa fare dopo la laurea

Cosa fare dopo la laurea

Cosa fare dopo aver conseguito una laurea? È meglio fermarsi ad una triennale oppure è preferibile vantare anche un master? Una laurea magistrale offre maggiori sbocchi lavorativi per un programmatore? Praticamente tutti gli sviluppatori software si sono posti queste domande almeno una volta nella vita. Studiare Informatica garantisce l’accesso ad un ampio ventaglio di opportunità e un […]

Leggi di più
Cosa fare dopo il diploma

Cosa fare dopo il diploma

Cosa fare dopo aver preso il diploma? Finite le scuole superiori non pochi ragazzi devono scegliere che fare del proprio futuro. Sostanzialmente in Italia, dopo il liceo, i neodiplomati hanno tre opzioni ben precise tra cui scegliere: iscriversi all’Università; iscriversi ad un Istituto Tecnico Superiore; entrare nel mondo del lavoro. I giovani interessati a diventare […]

Leggi di più
Cercare lavoro

Cercare lavoro

Come si fa a trovare un lavoro? Al termine del nostro percorso di studi è questa la domanda che risuona nella mente di tanti aspiranti programmatori. La risposta dipende da diversi fattori: cosa abbiamo studiato, che competenze abbiamo acquisito durante gli studi, cosa sappiamo fare realmente e quali sono i nostri obiettivi personali. Per trovare […]

Leggi di più
Avviare una startup

Avviare una startup

Come avviare una startup? Molti giovani imprenditori si sono posti questa domanda quando hanno deciso di lanciare la propria attività economica. Le startup sono delle realtà imprenditoriali che hanno l’obbiettivo di ricercare, sviluppare e convalidare modelli economici scalabili. Spesso il termine startup si riferisce a nuove tipologie di business basate sull’idea originale di un singolo imprenditore. Potenzialmente chiunque […]

Leggi di più
Imparare a programmare

Imparare a programmare

Le skill di coding sono un requisito quasi essenziale per potersi inserire in diversi contesti lavorativi.  La programmazione è quell’insieme di tecniche che consentono al developer, tramite l’impiego di linguaggi appositi, di realizzare software in grado di svolgere determinati compiti o task. Indice Imparare a programmare da zero: familiarizzare con i principali paradigmi Hai mai pensato di diventare developer? […]

Leggi di più
I linguaggi di programmazione

I linguaggi di programmazione

I linguaggi di programmazione sono la base dello sviluppo software, senza di essi i programmatori non potrebbero comunicare in modo semplice le istruzioni ai computer e di conseguenza sarebbe impossibile scrivere le applicazioni e i servizi che usiamo quotidianamente tramite terminale, sia esso un PC Desktop o uno smartphone. Indice Cos’è un linguaggio di programmazione? Definizione Hai […]

Leggi di più
Cos’è il front end

Cos’è il front end

Front end e back end sono le due componenti principali in cui è possibile suddividere un progetto software. In questo articolo andremo ad analizzare nel dettaglio la parte di un’applicazione con cui l’utente entra effettivamente in contatto, ovvero il front-end. Indice Che cos’è il front end? Definizione Hai mai pensato di diventare developer? Che lavoro svolge […]

Leggi di più
Cos’è il back-end

Cos’è il back-end

Le applicazioni che utilizziamo quotidianamente sono il risultato di codici che operano in sincronia consentendoci di eseguire dei determinati task. Tuttavia gli utenti si interfacciano con una singola parte del software, il front end, e molto spesso ignorano completamente l’esistenza del lato backend, cioè tutto quel codice che anima il programma o il servizio utilizzato. In […]

Leggi di più
Cos’è Phyton

Cos’è Phyton

Nel corso degli ultimi anni la popolarità di Python è aumentata notevolmente, questo perché gli sviluppatori software impiegano tale linguaggio di programmazione per realizzare diverse tipologie di software e servizi che sono ormai entrati nella nostra quotidianità. In questo articolo andremo ad analizzare nel dettaglio le caratteristiche di Python ed i motivi che spingono i developer a […]

Leggi di più