Strategie di Retargeting avanzate: come riportare i visitatori e convertirli in clienti

Strategie di Retargeting avanzate: come riportare i visitatori e convertirli in clienti
Avatar author
Copy

del 11/10/2023

Il marketing digitale è un mondo dinamico, e il retargeting è diventato una delle tattiche più efficaci per massimizzare il rendimento delle campagne pubblicitarie online. Ma cosa significa “retargeting”? In breve, il retargeting è una strategia di marketing che ti consente di riportare i visitatori precedenti al tuo sito web per cercare di convertirli in clienti. In questo articolo, esploreremo il retargeting avanzato e le strategie che puoi utilizzare per ottimizzare questa potente tattica.

Pixel di tracciamento e la raccolta dei dati utente

Il pixel di tracciamento è il fondamento del retargeting avanzato. Si tratta di un piccolo snippet di codice, solitamente fornito da piattaforme pubblicitarie come Google Ads o Facebook Ads, che viene inserito nelle pagine del tuo sito web. Questo snippet di codice svolge un ruolo cruciale nel processo di raccolta dati.

Una volta che il pixel di tracciamento è attivo sul tuo sito, inizia a raccogliere dati sul comportamento degli utenti. Questi dati includono informazioni vitali come le pagine specifiche che gli utenti visitano, i prodotti che guardano o aggiungono al carrello, e persino il momento in cui abbandonano il sito. Ogni interazione dell’utente diventa un punto di dati preziosi.

I dati raccolti dal pixel di tracciamento consentono la creazione di profili utente dettagliati. Ad esempio, se un utente visita ripetutamente le pagine dei televisori 4K, il sistema può dedurre un interesse per questa categoria di prodotti. Se un altro utente visualizza le recensioni degli smartphone, il profilo può riflettere un interesse nei dispositivi mobili. Questi profili sono la chiave per una segmentazione efficace del pubblico.

La potenza dei dati raccolti dal pixel di tracciamento sta nella loro capacità di personalizzare le strategie di retargeting. Piuttosto che mostrare annunci generici, puoi utilizzare questi dati per indirizzare gli utenti con annunci specifici che rispecchiano i loro interessi e comportamenti passati. Ad esempio, se un utente ha visualizzato un certo prodotto ma non ha completato l’acquisto, puoi mostrargli un annuncio che presenta quel prodotto specifico, magari con uno sconto o un incentivo per completare l’acquisto.

È importante notare che la raccolta e l’utilizzo dei dati utente attraverso il pixel di tracciamento devono essere effettuati in conformità con le leggi sulla privacy e le normative locali. Rispettare la privacy degli utenti è fondamentale e contribuisce a mantenere la fiducia del pubblico. Assicurati di avere una politica chiara sulla privacy sul tuo sito web e di rispettare tutte le normative applicabili al trattamento dei dati.

Segmentazione del pubblico

La segmentazione del pubblico è una delle chiavi per un retargeting efficace. Non tutti i visitatori del tuo sito hanno gli stessi interessi o sono nello stesso punto del percorso di acquisto. Ecco perché è essenziale suddividere il tuo pubblico in segmenti basati su comportamenti e interessi comuni. Ad esempio, potresti avere un segmento per gli utenti che hanno abbandonato il carrello, un altro per coloro che hanno visitato pagine specifiche di prodotti e un altro per chi ha effettuato un acquisto in passato. Questa segmentazione ti consente di inviare messaggi più mirati.

Creatività degli annunci nel retargeting avanzato

Nel retargeting avanzato, la creatività degli annunci svolge un ruolo cruciale per catturare l’attenzione e convincere i visitatori a tornare al tuo sito web. Ecco come puoi affrontare la creazione di annunci coinvolgenti:

  1. Messaggi persuasivi e rilevanti: gli annunci di retargeting non devono essere generici. Devono parlare direttamente agli interessi specifici dei segmenti di pubblico che stai cercando di raggiungere. Ad esempio, se un utente ha abbandonato il carrello della spesa, il messaggio dovrebbe essere incentrato sul completamento dell’acquisto. Se un visitatore ha visualizzato una categoria di prodotti specifica, l’annuncio dovrebbe riferirsi a quella categoria;
  1. Immagini Accattivanti: le immagini negli annunci di retargeting devono essere visivamente attraenti e pertinenti. Scegli immagini che mostrano il prodotto o il servizio in modo allettante. Le immagini dovrebbero anche essere coerenti con il messaggio e l’obiettivo dell’annuncio;
  1. Coerenza con il marchio: gli annunci di retargeting dovrebbero riflettere il tuo marchio in termini di design, colori e stile. Questo aiuta a creare una coerenza visiva tra il tuo sito web e gli annunci, il che è essenziale per il riconoscimento del marchio. Quando un utente vede un annuncio, dovrebbe riconoscerlo come proveniente dalla tua azienda;
  1. Chiarezza e semplicità: gli annunci dovrebbero essere chiari e facili da comprendere. Evita di sovraccaricare gli annunci con testo e informazioni eccessive. Comunica il messaggio principale in modo conciso e senza ambiguità;
  1. Call to Action efficaci: ogni annuncio dovrebbe includere una call to action chiara e persuasiva. Questo potrebbe essere un invito a “Torna al Negozio”, “Prenota Ora”, “Scopri di Più” o qualsiasi azione desiderata. La call to action dovrebbe essere visivamente prominente e invitante;
  1. Test A/B e ottimizzazione: il processo di creazione degli annunci non dovrebbe essere statico. Esegui test A/B su diverse versioni degli annunci per determinare quali funzionano meglio. Puoi testare diverse immagini, messaggi o call to action. Monitorare le metriche per vedere quale versione genera una maggiore conversione e ottimizza di conseguenza;
  1. Utilizzo delle emozioni: gli annunci che suscitano emozioni possono essere particolarmente efficaci. Ad esempio, se il tuo prodotto o servizio offre un beneficio emotivo, come la felicità o la sicurezza, cerca di evocare quelle emozioni nei tuoi annunci.

Retargeting dinamico

Una delle strategie più avanzate nel retargeting è il retargeting dinamico. Questa tecnica consente di personalizzare gli annunci in base al comportamento precedente dell’utente. Ad esempio, se un utente ha visualizzato un determinato prodotto sul tuo sito, puoi mostrargli un annuncio con quell’articolo specifico anziché un annuncio generico. Questo livello di personalizzazione può aumentare notevolmente le probabilità di conversione.

Retargeting su diverse piattaforme

Il retargeting non è limitato a un’unica piattaforma. Puoi utilizzare questa strategia su diversi canali, compresi i social media e la pubblicità display. La chiave è essere presenti dove si trovano i tuoi utenti. Ad esempio, se un utente ha visitato il tuo sito per cercare scarpe da corsa, puoi mostrargli annunci di retargeting su Facebook o Instagram con le ultime offerte di scarpe da corsa.

Strategie di offerta e pianificazione

La pianificazione delle strategie di offerta è un aspetto cruciale del retargeting avanzato. Determinare quanto sei disposto a pagare per ogni clic o conversione è fondamentale per ottenere un ritorno sull’investimento (ROI) positivo. Ecco come affrontare le strategie di offerta nel retargeting:

  1. Obiettivi di campagna chiari: prima di impostare le tue offerte, devi avere obiettivi di campagna chiari. Sai cosa vuoi ottenere con il retargeting: più vendite, più lead o più traffico al sito web? Questo ti aiuterà a definire le tue priorità nell’ottimizzazione delle offerte;
  1. Definizione del budget: stabilisci un budget dedicato alle tue campagne di retargeting. Quanto sei disposto a spendere per raggiungere i tuoi obiettivi dipende dalle tue risorse finanziarie e dagli obiettivi aziendali;
  1. Segmentazione del pubblico: puoi offrire in modo diverso agli utenti in base al loro comportamento precedente. Ad esempio, puoi avere un’offerta diversa per chi ha abbandonato il carrello rispetto a chi ha visitato solo la tua homepage;
  1. Utilizzo delle offerte di CPC e CPA: due metodi comuni di offerta sono il costo per clic (CPC) e il costo per azione (CPA). Il CPC ti fa pagare solo quando qualcuno fa clic sul tuo annuncio, mentre il CPA ti fa pagare solo quando si verifica una conversione. Valuta quale modello di offerta è più adatto ai tuoi obiettivi e budget;
  1. Automazione delle offerte: molte piattaforme di pubblicità offrono strumenti di automazione delle offerte. Questi utilizzano l’apprendimento automatico per regolare le tue offerte in tempo reale in base alle prestazioni degli annunci. L’automazione può essere efficace per massimizzare il ROI e risparmiare tempo;
  1. Monitoraggio e ottimizzazione: monitora costantemente le prestazioni delle tue campagne di retargeting. Osserva le metriche chiave come il costo per conversione, il tasso di conversione e il ROI. Utilizza queste informazioni per ottimizzare le tue offerte. Puoi aumentare le offerte per annunci ad alte prestazioni e ridurle per annunci meno efficaci;
  1. Test A/B delle offerte: così come testi gli annunci, puoi testare diverse strategie di offerta. Ad esempio, puoi testare l’impatto di offerte più elevate rispetto a offerte più basse. I test A/B ti aiuteranno a capire quale strategia offre il miglior equilibrio tra costi e risultati.

Misurazione delle prestazioni

Nel retargeting avanzato, la misurazione delle prestazioni è la chiave per il successo delle tue campagne. Senza una valutazione accurata delle prestazioni, è difficile sapere se stai ottenendo un buon ritorno sull’investimento (ROI) e se le tue strategie di retargeting stanno funzionando. Ecco come puoi affrontare la misurazione delle prestazioni in modo efficace:

  • Utilizzo di strumenti analitici avanzati: la base della misurazione delle prestazioni è l’utilizzo di strumenti analitici avanzati come Google Analytics. Questi strumenti ti forniscono una panoramica dettagliata delle attività degli utenti sul tuo sito web. Puoi vedere da dove proviene il traffico, quali pagine visitano, quanto tempo rimangono sul sito e molto altro;
  • Monitoraggio del traffico organico: il traffico organico rappresenta gli utenti che raggiungono il tuo sito web attraverso risultati di ricerca non a pagamento. Monitora attentamente il traffico organico proveniente dalle tue campagne di retargeting. Verifica se sta aumentando nel tempo e se questi visitatori stanno compiendo azioni desiderate, come l’acquisto di prodotti o l’iscrizione a newsletter;
  • Analisi del tasso di rimbalzo: il tasso di rimbalzo è la percentuale di utenti che lasciano il tuo sito web subito dopo aver visualizzato una sola pagina. Un alto tasso di rimbalzo può indicare che gli utenti non trovano ciò che cercano o che l’esperienza sul tuo sito non è soddisfacente. Monitora il tasso di rimbalzo per ciascuna pagina del tuo sito coinvolta nelle campagne di retargeting e apporta miglioramenti se necessario;
  • Valutazione della posizione nei risultati di ricerca: se stai utilizzando campagne di retargeting basate su annunci nei motori di ricerca, monitora attentamente la posizione dei tuoi annunci nei risultati di ricerca. Un posizionamento più alto può portare a una maggiore visibilità e a una probabilità maggiore di clic. Misura quale posizione genera le migliori prestazioni per i tuoi annunci;
  • Utilizzo dei dati per miglioramenti: la misurazione delle prestazioni non ha senso se non viene utilizzata per apportare miglioramenti. Analizza regolarmente i dati raccolti e identifica tendenze o aree che richiedono azioni correttive. Ad esempio, se una pagina specifica ha un alto tasso di rimbalzo, puoi rivedere e ottimizzare il suo contenuto per renderlo più coinvolgente.

Altri articoli

Data Analyst: diventa un professionista in sei mesi con Epicode

Data Analyst: diventa un professionista in sei mesi con Epicode

Il ruolo del Data Analyst è essenziale nel panorama lavorativo attuale, data la sua abilità nell’analizzare e interpretare volumi significativi di dati per guidare le decisioni strategiche delle aziende. In questo contesto, esaminiamo le competenze chiave per intraprendere questa professione, il percorso educativo necessario, e le prospettive di carriera nel settore. Qualifiche necessarie per il […]

Leggi di più
Esplora le carriere nel settore tech e digital marketing: opportunità e percorsi formativi con Epicode

Esplora le carriere nel settore tech e digital marketing: opportunità e percorsi formativi con Epicode

Il settore tech e digital marketing offrono infinite opportunità per chi cerca una carriera ricca di sfide e innovazioni. Questo articolo esplora le varie carriere disponibili in questi settori in rapida espansione e discute come i corsi di Epicode possono fornire le competenze necessarie per lanciarsi con successo in questi ambiti. Panoramica delle carriere nel settore […]

Leggi di più
Cambiare la propria vita a 30 anni: metodi e motivazioni per modificare vita e carriera

Cambiare la propria vita a 30 anni: metodi e motivazioni per modificare vita e carriera

L’arrivo dei 30 anni rappresenta spesso un’occasione per riflettere e valutare il proprio percorso di vita e professionale. Se si prova insoddisfazione per le scelte fatte fino a questo momento, potrebbe essere il momento perfetto per realizzare cambiamenti importanti. In questo articolo, discuteremo di metodi e suggerimenti su come trasformare la propria vita e carriera […]

Leggi di più

Scopri il corso di laurea di EPICODE Institute of Technology