PowerBI: cos’è e a cosa serve. Guida alla visualizzazione dei dati

PowerBI: cos’è e a cosa serve. Guida alla visualizzazione dei dati
Avatar author
ottounozero

del 31/08/2022

PowerBi: La Guida

PowerBi sono dei servizi software, app e contenitori che permettono di trasformare le origini dei dati in informazioni coerenti.

Indice

  1. Cos’è PowerBi
  2. PowerBi: come costruire un report
  3. PowerBi: i vantaggi
  4. PowerBi: dove scaricarlo
  5. PowerBi: come imparare ad usarlo

Cos’è PowerBi

PowerBi è un complesso di strumenti di Business Intelligence sviluppato da Microsoft, il cui scopo è realizzare report per le analisi aziendali a supporto dei processi decisionali.

La raccolta comprende tre strumenti:

  • PowerBi Desktop, scaricabile gratuitamente, che consente di elaborare dati e di costruire i report;
  •  PowerBi Service che corrisponde ad un cloud dove è possibile pubblicare e visualizzare i report creati con PowerBi Desktop. Si può accedere solo tramite account;
  • PowerBi Mobile, app creata per smartphone e tablet che permette di visualizzare i report.

Accanto a questi tre elementi, PowerBi ne include altri due:

  • il Generatore di report, utile per l’impaginazione dei report;
  • il Server, dove è possibile pubblicare i report dopo averli creati.

Il potenziale di PowerBi sta nel fatto che ti permette di eseguire tutte le operazioni con un unico software. Si può definire uno strumento a tre strati:

  1. Strato dei dati che consente di connettersi a sorgenti diverse per poter modellare i dati
  2. Strato semantico dove è possibile creare formule nuove e misure complesse.
  3. Strato di presentazione che permette di organizzare in senso logico i dati visualizzati.

PowerBi: come costruire un report

Il primo step di partenza per la costruzione dei report è il collegamento all’origine dei dati. Una volta definita la fonte, vanno selezionate le tabelle per poi importarle nel programma.

Il secondo step è l’elaborazione dei dati. Bisogna quindi rinominare i campi e le tabelle, se necessario eliminare e/o aggiungere colonne, filtrare e modificare i dati e tante altre modifiche necessarie che permettono di automatizzare il prossimo processo, la configurazione del modello dati.

Il terzo step è infatti la definizione del modello dati dove è possibile definire le relazioni tra le tabelle, creare misure e colonne calcolate con l’aiuto del linguaggio Data Analysis Expressions, conosciuto come DAX, il quale permette di incrementare la base di dati con indicatori adatti alla costruzione dei report.

Il quarto e ultimo step è la creazione delle visualizzazioni. Nel momento in cui è stato definito il modello dati bisogna solo costruire il report grazie all’uso dell’elenco dei campi e delle misure e grazie agli oggetti di visualizzazione predefiniti.

PowerBi: i vantaggi

Essendo uno strumento flessibile, PowerBi offre innumerevoli vantaggi, tra questi:

  • È uno strumento interattivo, permette la creazione di report e dashboard personalizzabili a seconda delle esigenze di analisi.
  • È alla portata di tutti. PowerBi è stato pensato per essere utilizzato da tutti.
  • Accessibilità.
  • Sono diverse le modalità di utilizzo: desktop, mobile e cloud.
  • Infine, PowerBi è interamente gratuito. Per quanto riguarda le licenze per il cloud i prezzi sono ragionevoli e al momento risulta essere una delle soluzioni migliori e con il prezzo più basso sul mercato di Business Intelligence.

PowerBi: dove scaricarlo

È possibile scaricare PowerBi direttamente dal sito ufficiale Microsoft. 

Con la licenza gratuita si può usare il servizio PowerBi solo per connettersi ai dati e creare i report nella propria area personale, ma è impossibile condividerli con altri utenti e non possono essere pubblicati.

PowerBi si aggiorna mensilmente, questo perché Microsoft effettua delle migliorie costantemente per migliorare l’esperienza dell’utente.

Se PowerBi è stato scaricato direttamente dal Microsoft Store, allora non c’è bisogno di preoccuparsi, gli aggiornamenti vengono effettuati automaticamente. Se, invece, è stato scaricato dal sito Microsoft, apparirà una notifica all’avvio dell’applicazione che avviserà in caso di aggiornamenti disponibili.

PowerBi: come imparare ad usarlo

Il primo passo è sicuramente iniziare a scaricare la versione desktop gratuita. Per imparare ad utilizzare e soprattutto, imparare a sfruttare le funzionalità avanzate, è consigliabile frequentare un corso specifico per PowerBi.

In Epicode offriamo dei corsi di formazione aziendali incentrati proprio su PowerBi, personalizzati e alla portata di tutti.

Scopri di più nella pagina dedicata.

Altri articoli

I migliori CMS del 2024: guida alla scelta della piattaforma ideale per la gestione dei contenuti Digitali

I migliori CMS del 2024: guida alla scelta della piattaforma ideale per la gestione dei contenuti Digitali

Avere un sito web è diventato una necessità imprescindibile per aziende, professionisti e creativi che desiderano far conoscere il proprio lavoro, raggiungere un pubblico più ampio e gestire la comunicazione online in modo efficace. In questo contesto, la scelta del Content Management System (CMS) giusto diventa fondamentale. Un CMS efficace non solo facilita la pubblicazione […]

Leggi di più
Sicurezza dei dati e privacy nella pubblicità online: le implicazioni di GDPR e CCPA su Google Ads e Meta Ads

Sicurezza dei dati e privacy nella pubblicità online: le implicazioni di GDPR e CCPA su Google Ads e Meta Ads

La pubblicità online è un campo in continua evoluzione che coinvolge enormi quantità di dati personali. Le normative sulla privacy, come il General Data Protection Regulation (GDPR) dell’Unione Europea e la California Consumer Privacy Act (CCPA) degli Stati Uniti, hanno posto nuove sfide per piattaforme pubblicitarie popolari come Google Ads e Meta Ads. In questo […]

Leggi di più
Google Ads vs Meta Ads nel 2024: guida comparativa al ROI per diversi settori

Google Ads vs Meta Ads nel 2024: guida comparativa al ROI per diversi settori

Nel panorama del marketing digitale del 2024, la scelta della piattaforma pubblicitaria giusta è più critica che mai. Google Ads e Meta Ads continuano a dominare il settore, offrendo soluzioni innovative per connettere le aziende con i loro target di consumatori. Questo articolo esplora in modo comparativo il ritorno sull’investimento (ROI) offerto da queste due […]

Leggi di più